Volley Virle Rezzato

68 anni di storia

La società Volley Virle Rezzato propone in queste pagine un sunto della propria attività sportiva, minivolley, squadre giovanili, seconda e terza divisione. Uno sport semplice adatto a tutti e che si può giocare ovunque.

Alcune immagini storiche.

  • Festa 60 anni

  • Festa 60 anni

  • Festa 60 anni

La pallavolo è uno degli sport più apprezzati ed è praticata nelle scuole, sulle spiagge, negli spazi liberi, rivelandosi come piacevole attività di movimento e di svago.

La diffusione di questo gioco di squadra è dovuta anche al fatto di richiedere davvero pochissime “attrezzature”: una palla, una corda o una rete, un po di spazio e naturalmente un gruppo di amici che abbiano voglia di divertirsi.

Oltre a contribuire allo sviluppo di mobilità articolare, velocità, forza e resistenza, il volley è soprattutto un gioco di squadra che associa agli aspetti positivi dell’esercizio fisico gli effetti educativi dello sport, sviluppando, come del resto tutti gli sport di squadra, solidarietà, impegno, spirito di sacrificio e forza di volontà. !

Cenni storici su questo sport

Fu inventato nel 1895 da William Morgan. Il suo obbiettivo era di impegnare i suoi studenti nei mesi invernali, quando il baseball non poteva essere praticato. Fu un altro professore, Alfred Halstead a suggerire il nome volleyball (volley =raffica, scarica). In Europa la pallavolo fu deportata dai soldati americani durante la prima guerra mondiale( 1914-15/1918).

La pallavolo è un gioco di squadra che non prevede il contatto diretto fra i giocatori, disposti in campi separati da una rete. Lo scopo del gioco è quello di far cadere la palla nel campo avversario facendole oltrepassare la rete: in questo modo si segna un punto. Per far cadere la palla nel campo avversario ogni squadra ha a disposizione 3 tocchi oltre quello eventuale del muro. Anche se il regolamento prevede che si possa colpire la palla con qualsiasi parte del corpo, compreso il piede, la pallavolo viene giocata prevalentemente con le mani. Il gioco inizia con la battuta, con cui il pallone viene lanciato sopra la rete verso il campo avversario. Per vincere la partita, una squadra deve vincere 3 set. Un set (eccetto il quinto) è vinto dalla squadra che per prima raggiunge i 25 punti, con almeno 2 punti di scarto. Nel caso di parità di set si gioca il quinto ai 15 punti.

Il pallone è leggero, pesa solo 250-280 grammi e ha una circonferenza di 65-67 centimetri.

Il campo

La rete è lunga 9.50 metri e larga 1 metro ed è posta ad altezze diverse a seconda se si è maschi o femmine e all’età. L’altezza massima è 2.24 metri per le donne e 2.43 metri per gli uomini.

Altezza della rete

  • ETA’
  • Allievi (12 – 13 anni)
  • Ragazzi (14 – 15 anni)
  • Juniores e adulti
  • Altezza rete Femmine
  • 2.15 mt
  • 2.20 mt
  • 2.24 mt
  • Altezza rete Maschi
  • 2.24 mt
  • 2.35 mt
  • 2.43 mt

Infrazioni principali

  • Fallo di posizione: quando sbagli la tua posizione in campo

Infrazioni di tocco

  • 4 tocchi: se tocchi quattro volte la palla e non si è fatto il muro
  • Doppia: tocco due volte il pallone da una stessa persona
  • Trattenuta: tengo in mano il pallone con un tempo abbastanza prolungato

Infrazioni di rete

  • Invasione: metto il piede completamente nel campo avversario e do fastidio alla sua azione
  • Tocco della rete

Ruoli

  • Alzatore: chi alza la palla, gestisce il gioco
  • Schiacciatore:
    • Centrale
    • Opposto
    • Banda
  • Libero: è sempre in ricezione e segue i posti del centrale in seconda linea.

Queste regole sono frutto di una ricerca per una mappa di esame di terza media di una delle atlete del Volley Virle Rezzato.

Nel link seguente puoi trovare i documenti ufficiali della Federvolley che riguardano le regole dello sport in vigore fino al 2020.